Il blog dedicato al mondo della tecnologia
Artikel getaggt mit: zuckerberg

Zuckerberg e il suo grande annuncio

Gira voce sia previsto per la prossima settimana. Facebook, per bocca del suo CEO Mark Zuckerberg, farà un annuncio riguardante il lancio di un grande prodotto. E secondo le speculazioni del caso dovrebbe coincidere con l’applicazione Facebook per iPad. Un’applicazione rilasciata prima del previsto e che dovrebbe essere svelata la settimana prossima, illustrandone tutte le novità e relative funzionalità in un evento che per l’occasione si svolgerà a Seattle.

Facebook La Storia – il libro su Zuckerberg tra verità ed eccessivo ottimismo

Recentemente è uscito anche in Italia dal titolo “Facebook la storia” il libro-documentario sul social network più potente al mondo e le gesta che hanno portato il suo fondatore Mark Zuckerberg a divenire il più giovane miliardario al mondo. A scriverlo è David Kirkpatrick, giornalista ed editor di Fortune Magazine, che ha avuto modo, per poter ottenere una documentazione quanto più veritiera e dettagliata possibile, di intervistare i vertici dell’azienda Californiana. Il libro è il risultato di quelle interviste. Il giornalista fin dalle prime uscite pubbliche per la presentazione della sua opera ha tenuto a distanziarsi quanto più possibile dal libro e dal susseguente film “the social network” imputando ad entrambi una scarsa verosimiglianza verso gli eventi reali, una finzione dettata più che altro dalla voglia di incuriosire e scioccare che da eventi realmente accaduti. Il libro si concentra in modo pressochè monotematico sulla figura di Zuckerberg cercando di carpirne i segreti, le idee e gli stimoli che l’hanno portato attraverso la sua creatura a reinventare il concetto stesso di socialità. Un tour de force in cui il giornalista per bocca del CEO ci illustra cosa ha portato alla creazione della piattaforma sociale e le aspettative per il futuro.

Di seguito l’intervista rilasciata del Corriere della Sera all’autore, David Kirkpatrick.

Personalmente non avendo letto il libro e non avendo del resto intenzione di leggerlo di norma non dovrei pronunciarmi al riguardo ma da quello che traspare, dalla copertina fino alle parole stesse dell’autore, il libro anche se impregnato di un’attività giornalistica quanto mai notevole e documentatasembra più un maldestro tentativo di ridare smalto all’immagine dello stesso Zuckerberg agli occhi del mondo. Sembra quasi ci venga presentato più perfetto di quello che dovrebbe essere. Un sognatore. Un bravo ragazzo. Uno che ha cambiato il mondo. Ma al di là degli effettivi ed indubbi meriti di Zuckerberg penso che un’attività giornalistica debba cercar quantomeno di analizzare un fenomeno a 360 gradi e non limitarsi all’ascolto di una singola voce, che per quanto autorevole possa essere, darà per forza di cose una visione della realtà quanto mai irrealmente soggettiva. Come dichiarato dallo stesso autore è solo Zuckerberg al centro del libro, nessun altro, e per quanto sia suo il merito maggiore non sarebbe dovuta essere solo la sua di voce ad essere ascoltata. Mi da l’impressione che con questo libro lo si voglia dipingere come un genio visionario del ventunesimo secolo cercando di sovrapporre questa all’immagine ben più forte del film di Fincher che lo ritraeva come un vittimistico cinico asociale e arrivista. Anche in questo caso la verità con tutta probabilità sta nel mezzo.

Dietrofront di Facebook – il social network resterà vietato per gli under 13

In occasione del G8 di internet tenutosi in Francia, Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha avuto l’occasione di chiarire quanto trapelato in merito al presunto desiderio di eliminare sul social network il limite di anni 13 per potersi iscrivere. Zuck ci ha tenuto a sottolineare, probabilmente anche a causa delle inevitabili polemiche scaturite dalla notizia, che per ora l’eliminazione del limite anagrafico non è tra le priorità della sua società ma non smentisce che in futuro se ne possa discutere. “La mia filosofia è che per istruire i ragazzi bisogna cominciare quando questi sono ancora molto giovani ma a causa del divieto non abbiamo ancora iniziato questo processo di apprendimento e solo eliminandolo potremmo vedere se funziona davvero” questa sarebbe secondo Zuck la frase della discordia che molti media avrebbero mal interpretato dando adito alle polemiche.

Zuckerberg bloccato da Facebook

Zuckerberg bloccato da Facebook. L’account di Zuckerberg bloccato da Facebook. Detto così potrebbe anche far ridere. In effetti sembrerebbe quantomeno improbabile che la società da lui stesso fondata decida di bloccare proprio il suo di account. Eppure non c’è nulla di sbagliato, solo che ci si riferisce ad un altro Mark Zuckerberg, omonimo del più ben noto fondatore di Facebook.

Zuckerberg bloccato da Facebook

Il Mark Zuckerberg in questione è un avvocato di Indianapolis che si è visto bloccato inspiegabilmente il proprio profilo, reo semplicemente di aver lo stesso nome e cognome di un personaggio molto celebre. Lo stesso avvenne poco tempo fa quando una ragazza si vide cancellato l’account solo perchè si chiamava Kate Middleton. Casi come questi non sono così rari e più di un occasione creano spiecevoli quanto inevitabili complicazioni. Nel caso specifico l’avvocato ha contattato personalmente i vertici di Facebook spedendo loro una fotocopia della sua carta d’identità tale da chiarire che non si tratti di un profilo fasullo, ma da parte dei vertici dell’azienda non c’è stata ancora nessuna risposta, segno questo che probabilmente neanche loro sanno come muoversi in frangenti simili. Una notizia che ha creato uno scalpore tale che Zuckerberg, quello originale, si è visto costretto ad apparire in tv per sdrammatizzare il tutto. Del resto tutti sanno quanto sia importante per un’azienda evitare qualsiasi tipo di cattiva pubblicità.

Zuckerberg bloccato da Facebook cosa ne pensi?