Il blog dedicato al mondo della tecnologia
Artikel getaggt mit: skype

Facebook il giorno della videochiamata

Videochiamata doveva essere e videochiamata è stata. L’annuncio è avvenuto ieri come previsto. Facebook in collaborazione con Skype entra ufficialmente nel mondo delle videochiamate, offrendo, completamente gratis, ai suoi utenti la possibilità di videochiamarsi tra di loro semplicemente istallando una piccola applicazione che andrà ad integrarsi con le funzioni già presenti nel social network. Un passo in avanti che come spiega lo stesso fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, mira ad espandere le potenzialità della sua creatura proponendo un servizio sempre migliore, cercando di conseguenza di migliorare l’interazione tra gli utenti. E a questo proprio dovrebbe servire la videochiamata, migliorare la funzione di messaggistica istantanea di Facebook, considerata in parte la trovata meno riuscita di tutto il servizio. Il servizio offerto sarà semplice e in grado di essere usato anche dai meno esperti. Rassicurano i vertici di Palo Alto.

Facebook il giorno della videochiamata

In alto a destra comparirà un nuovo pulsante denominato “videocall” attraverso cui sarà possibile, una volta premuto, decidere con quale altro utente si intende videochiamare, con o senza immagini video. Il tutto gestito attraverso Skype, che con questa nuova partnership mira ad espandere sempre più il suo raggio di azione, dopo l’acquisizione di Microsoft, imponendosi con ancora maggiore forza come l’unico vero leader mondiale per quanto riguarda la telefonia on line VoiP. Un accordo che come è facilmente intuibile avvantaggia entrambe le parti. Facebook con un servizio che prima non aveva e Skype allargando la sua utenza potenziale fino a 750 milioni di utenti. La videochiamata, per bocca dello stesso Zuckerberg, sarà solo la prima delle novità che Facebook lancerà nei prossimi mesi, novità che a quanto si dice dovrebbero riguardare anche la grafica del sito.

Facebook il giorno della videochiamata cosa ne pensi?

Facebook entra nel mondo delle videochat con Skype

Inizialmente si pensava che l’annuncio avrebbe riguardato l’apposita applicazione per iPad. Niente di più sbagliato. Stando a quanto sembra trapelare da fonti ben informate il prossimo annuncio dei vertici di Facebook dovrebbe riguardare un nuovo sistema di videochat appositamente integrato al social network e nella cui applicazione anche Skype avrebbe un ruolo di primo piano. La notizia, qualora venisse confermata, farebbe capire come in Facebook cerchino di implementare il ventaglio delle loro offerte anche se non soprattutto dopo l’arrivo di Google+ nel mondo dei social network. Un modo per cercar di porsi sempre e comunque davanti ai suoi avversari, veri o presunti che siano. Un atto di forza con il quale Facebook vorrebbe imporre a dispetto di tutto e di tutti il suo marchio di leader incontrastato delle piattaforme sociali. La partnership tra Skype e Facebook, se fosse davvero confermata, andrebbe ad accrescere il bacino di utenza sia dell’uno che dell’altro, una mostra che vedrà anche gli utenti avvantaggiarsi di un servizio in più.

Skype – presto anche per iPad

Dovrebbe mancare ancora poco. Come per Facebook anche per Skype la Apple si è decisa a creare una versione apposita per il suo tablet iPad. Una mancanza che ha motivazioni ben differenti rispetto a quella riguardante Facebook. Infatti se per il social network si trattava solo di un ritardo, per quanto riguarda Skype la Apple inizialmente non aveva progettato nessuna applicazione specifica visto che la casa di Cupertino aveva già precedentemente sviluppato FaceTime, un’applicazione molto simile, ma anche molto meno conosciuta ed usata, rispetto a Skype. Ed è proprio il successo di numeri che Skype ha ottenuto con gli anni ad aver quasi costretto i vertici della casa della mela ad adeguarsi al mercato rendendo disponibile quindi a breve una versione del popolare client voip per i suoi più celebri dispositivi mobili. Sarebbe stato del resto eccessivamente controproducente per la Apple rinunciare allo sviluppo di un’applicazione mobile considerando il successo nel mondo di Skype. Un passo di conseguenza fatto a malincuore, perchè al di là delle inevitabili dichiarazioni di facciata all’insegna del politicamente corretto, una mossa del genere non può far piacere alla Apple consapevole di star danneggiando, anche se indirettamente, un prodotto sul quale puntava molto ma che di conseguenza vedrà ulteriormente ridotto il suo già limitato bacino di utenza. A breve salvo smentite dell’ultim’ora la nuova applicazione dovrebbe essere disponibile sull’Apple Store.

Facebook vorrebbe comprare Skype

Non è una di quelle notizie alle quali si può restare indifferenti. Secondo indiscrezioni circolanti negli ambienti economico finanziari Facebook è seriamente intenzionata ad acquisire Skype, colosso incontrastato nel campo del VoiP, cioè l’insieme di tecnologie che permettono l’effettuazione di conversazioni telefoniche attraverso internet. Una notizie che ha dell’incredibile ma che se fosse confermata traccerebbe un quadro ben delineato delle strategie future del social network. La cifra di acquisto, naturalmente rigorosamente top secret, si aggirerebbe intorno ai 3, 4 miliardi di dollari che porterebbe non ha una completa acquisizione di Skype ma ad una stretta ed indissolubile correlazione tra le due società, una joint venture. E se le indiscrezioni di dimostrassero reali dimostrerebbero il serio tentativo di Facebook di rivoluzionare in modo netto la propria chat e l’intero sistema di comunicazione istantanea tra utenti.

Pubblicità anni 60 per Facebook, Twitter, Youtube e Skype

Se alcuni tra i maggiori siti e social network del mondo fossero nati negli anni 60 probabilmente avrebbero avuto pubblicità simili. E’ questa la trovata di una compagnia pubblicitaria brasiliana che ha deciso di creare dei veri e propri manifesti retrò cercando di immaginare come sarebbero stati tali strumenti ben cinquanta anni fa. Le pubblicità ripercorrono lo stile vintage tipico delle pubblicità americane di quel periodo mettendo interamente il prodotto e i suoi presunti o dichiarati benefici al centro del messaggio. Pubblicità di cui non si sentiva il bisogno ma che non mancheranno di suscitare qualche sorriso.