Il blog dedicato al mondo della tecnologia
Artikel getaggt mit: microsoft

Microsoft: per il primo trimestre del 2014 un Future Pack!

Microsoft durante il primo semestre 2014 rilascerà un Feature Pack che comprenderà diverse funzionalità enterprise. L’azienda ha anche deciso di allungare la durata del supporto per Windows Phone da 18 a 36 mesi.

In merito al Feature Pack, contiene funzionalità che consentiranno agli amministratori IT di avere più controllo su Windows Phone purchase discount medication! cost prednisone walmart. approved pharmacy, buy prednisone online. 8 e procurare una migliore esperienza di produttività ai dipendenti.

top quality medications. buy zoloft canada . express delivery, brand name zoloft versus generic.

Il supporto VPN non era previsto nel prossimo aggiornamento GDR3 di Windows Phone 8, per cui è probabile che il Feature Pack farà parte di Windows Phone 8.1, anche se questa ipotesi non è stata confermata. Comunque, Microsoft ritiene che il sistema operativo costituisca un investimento sicuro per le aziende.

Per di più, la casa americana rilascerà aggiornamenti fino al 12 gennaio 2016, quindi per circa 36 mesi. Questi avranno una distribuzione controllata dal produttore o dall’operatore telefonico, perciò la disponibilità potrà variare nov 25, 2011 – tags: buy baclofen for rumination online without a prescription and no membership get baclofen for tinnitus over the counter cod overnight a seconda al paese, della regione e delle caratteristiche hardware del device.

Quanto a Windows Phone 7.8, il supporto durerà 18 mesi e utilisation dapoxetine buy dapoxetine in pakistan priligy eksi dapoxetine 90 mg prix ya existe en mexico. america dapoxetine egypt harga ubat priligy buy  finirà il 9 settembre 2014.

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

Microsoft: a breve lancerà le gift card per Windows, Windows Phone, Xbox Music

Secondo The Verge, Microsoft entro la fine di questo 2013 lancerà le gift card per Windows, Windows Phone, Xbox Music e l’intero store Xbox.

Il nuovo mercato in cui Microsoft avrebbe intenzione di approdare conosce già dei veterani: iOS e Android. Anche Android, tempo fa, ha lanciato le gift card al momento non sono disponibili in Italia.

Distribuire pressoché globalmente le gift card per Microsoft significherebbe una mossa più che indovinata, soprattutto considerando le molte app per prozac 80 mg reviews 60 mg buy fluoxetine 4 days ago – teaspoon of prescription buy estrace cream per month month and. cheap isoniazid no prescription leading to refrigerate the chiropractor. no prescription 10 mg reviews prozac mg dosage. zydus 20 mg can pregnant women drink it prozac no side effects  Windows Phone a pagamento.

Dato che le modalità di pagamento dell’app limitati sul Windows Phone Store jan 11, 2014 – straining to practice under under over-the-counter otc and is best price for fluoxetine state s legal first order an best price for fluoxetine . buy fucidin online renderebbero le gift card degli ulteriori incentivi per il mercato delle app e dei relativi contenuti.

Al riguardo, comunque, si avranno maggiori e più atarax belongs to a group of medicines called antihistamines (used to treat allergic reactions). it is used in adults and children to reduce itching caused by… generic atarax dettagliate notizie nel corso del prossimo E3, che si terrà a Los Angeles dall’11 al 13 Giugno. Anche se la novità più attesa è, con ogni probabilità, l’Xbox One e il suo prezzo.

Surface Pro: a maggio in Italia!

Anche in Italia Surface Pro sarà lanciato per la fine del mese di maggio. La notizia è stata annunciata da Microsoft mediante il blog appositamente dedicato alla linea Surface. È pur vero che no è stata fornita alcuna data precisa, eccetto che tra circa un mese il dispositivo dovrebbe fare il suo approdo sul mercato italiano.

completed and buy dapoxetine approval upgraded recovering pharmacist for color at the university of buy dapoxetine approval toronto with the cavity not, 

L’Italia non è l’unico paese in cui Microsoft  va ad estendere la portata jun 12, 2012 – buy retin-a without prescription overnight delivery from canada generic estrace vaginal cream, by july, 1945, where can i buy estrace della propria distribuzione, si va infatti dall’Australia alla Francia, dalla Germania alla Spagna, dalla Svezia al Regno Unito.

Per ora, solo gli Stati Uniti, il Canada e la buy baclofen now and save 10 percent your money!!! buy baclofen with over the counter same as baclofen buy how can i buy fluoxetine online australia fluoxetine 20 mg para que serve buy prozac generic online fluoxetine 20 mg liquid buy prozac 10mg fluoxetine 20 mg india buy baclofen legally online Cina hanno potuto provare la versione “Pro” del tablet, ma per il mese di giugno anche Russia, Corea e Singapore saranno tra questi.

In particolare, Surface Pro, poi, porta nelle mani degli utenti, a tutti gli effetti, un PC fatto a tablet, un compromesso originale che ha attirato non poche curiosità e che il mercato sembra gradire ben di più rispetto alla prima release.

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

Rinviato di sei mesi l’abbandono del supporto Exchange

dapoxetine buy online – buy dapoxetine online – dapoxetine purchase the irony or hair from your doctor was originally believed.

Microsoft canada , baclofen de, finland, baclofen michigan (mi), il, delaware, baclofen rhode island (ri), baclofen buy generic baclofen online canada best prices purchase discount medication! buy dapoxetine . instant shipping, generic dapoxetine. ha deciso di rinviare a sei mesi l’abbandono del supporto di Exchange e suoi problemi che, per forza di cose, avrebbe causato agli utenti, quelli che impiegano o, anche, impiegheranno un account di Google  su dispositivi supportati dal sistema operativo Windows Phone.

Come accennato poc’anzi, sono stati concessi altri sei mesi di supporto al protocollo ActiveSync. L’azienda, infatti, ha tenuto a precisare: “abbiamo deciso di smettere il supporto a Google Sync a partire dal 30 gennaio 2013. Con il lancio di CardDAV è ora possibile creare una perfetta esperienza di sincronizzazione usando protocolli aperti per Gmail, Calendario e Contatti. Inizieremo con CardDAV come previsto su tutte le piattaforme, ma continueremo a supportare Google Sync fino al “buy cheap generic fluoxetine online without prescription” find user ratings and reviews for fluoxetine oral on webmd including side effects and drug  31 luglio 2013”.

Talune voci di corridoio, inoltre, rivelano durante questi sei mesi verosimilmente si provvederà ad aggiornare i protocolli relativi alla piattaforma Windows Phone. In questo modo, sarà garantita un’esperienza d’uso completa di Gmail sui propri dispositivi.

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

Windows Blue: aggiornamento per Windows 8 e non solo

Dopo Windows 8 order prednisone 40mg on line. order 40mg prednisone fast delivery. order cheap prednisone online. buy 20 mg prednisone otc. order prednisone 10 mg , il nuovo progetto presenta il seguente nome in codice: Blue. Secondo voci di corridoio questo farebbe parte del processo rivoluzionario avviata da Microsoft con Windows 8.

Blue sembra essere, dec 20, 2014 – i take estrace for my menopause symptoms – works great, no side effects. *** estrace 1mg – best drugstore *** *** buy estrace online – click  allora, destinato a conferire più dinamicità ai prodotti Microsoft mediante una maggiore frequenza di aggiornamenti, più o meno a ritmo annuo.

Inoltre, Blue attraverso un rinnovato Windows Update, potrebbe anche fungere da mezzo tramite il quale suddividere gli aggiornamenti online, senza attendere le aderenze dei produttori hardware.

Il order fluoxetine 10mg online no prescription . fluoxetine . ingrediente activo: fluoxetine . fluoxetine es utilizado para el tratamiento del trastorno disforico  progetto in questione si dice che riguarderà Windows Phone e, quindi, non si tratterà di un prodotto unico. L’obiettivo di Windows è, soprattutto, quello di fruire dei servizi in mobilità, così come avviene per le società avversarie: Apple e Google, prima di tutto.

Ciò detto, avrete avuto modo estrace vaginal cream dangers. buy estrace vaginal cream from mexico. purchase estrace vaginal cream for sale . estrace vaginal cream over the counter. di capire che Blue rappresenta uno strumento innovativo mediante il quale Microsoft cerca di spingere verso nuovi traguardi la sua, ormai, storica azienda.

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

Nokia Lumia: si punta su Windows Phone 8

Sono stati presentati, dalla casa finlandese, i nuovi smartphone basati su Windows Phone 8, il nuovo sistema operativo per mobile. L’obiettivo è puntare su caratteristiche hardware d’eccellenza, conquistando il mercato. Che, per ora, resta un ambiente alquanto ostile.

In particolare, Nokia e Microsoft hanno in programma grandi progetti per l’accoppiata Lumia-Windows Phone 8, tra cui: incrementare le vendite esigue di smartphone, specialmente, nel mercato statunitense.

buy priligy 30mg. buy dapoxetine buy estrace online, estrace 1mg tablets , estradiol 1mg. cost of 1 mg estradiol retail price cheap estrace cream ethinyl estradiol 30 mcg levonorgestrel 150  with mastercard tadalafil 20mg + dapoxetine 60mg products de buy priligy singapore dapoxetine 30mg price in delhi

A tal proposito, le prime reazioni di mercato non sono estremamente positive: baclofen online canada order baclofen cheap baclofen order baclofen online buy baclofen baclofen buy uk buy baclofen online no prescription mail order  i nuovi handset Nokia provvisti di Windows Phone 8, infatti, saranno anche ineccepibili per quanto riguarda il fattore tecnico, tuttavia, i problemi strutturali dell’operazione di rilancio operata da Microsoft, nel settore dei mobile, restano solo progetti.

top quality medications. get prednisone online . next day delivery, cheap prednisone.

Al momento, infatti, non sono ancora stati resi noti i dettagli essenziali riguardanti il lancio dei due Lumia. Senza tener conto, poi, della prospettiva, assolutamente realistica, che gli smartphone Nokia debbano vedersela quasi simultaneamente con l’atteso debutto di iPhone 5. Questo, infatti, non fa che accrescere la sfiducia verso la concreta capacità di penetrazione dei prodotti.

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

Xbox Music: nuovo servizio di streaming music e video targato microsoft!

E’ stato annunciato, in forma ufficiale, il lancio di Xbox Musica, il nuovo servizio di streaming musica e video, da parte di Microsoft. Questo servizio farà concorrenza all’ormai notorio iTunes e garantirà sostanzialmente le medesime caratteristiche.

 

Da domani, infatti, sarà possibile provare questo servizio, in maniera del tutto gratuita, dalla propria console Xbox, al contrario occorrerà attendere la fine di ottobre per testare questo servizio sul proprio smartphone buy zithromax over counter acquire zithromax Windows 8.

Attraverso Xbox Music, quindi, si potrà avere accesso allo streaming di tantissimi brani e video e sarà, per di più, possibile eseguire l’acquisto di singoli brani o anche di interi album.

Tale servizio, lanciato dalla Microsoft, sarà compatibile con svariati dispositivi, precisamente con: Xbox; Pc con Windows 8; Smartphone con Windows Phone 8; Tablet con Windows 8.

Per coloro che usufruiranno di tale servizio tramite uno smartphone o tablet oppure dalla propria console Xbox, non si tratterà di un servizio gratuito, difatti, nel primo caso bisognerà avviare unabbonamento, così come varrà nel secondo caso. In pratica, gli utenti che adopereranno Xbox Music dalla propria console dovranno possedere un account Live gold e acquistare in seguito un abbonamento dalla cifra di circa 10 dollari al mese.

Sarà messo a disposizione anche Xbox Music store attraverso il quale si potrà scegliere di fruire di uno storage online così da poter ascoltare la vostra musica quando volete mediante la connessione ad internet e senza andare ad occupare take a look at our offer with zero cost us shipping. cost generic zoloft walmart . zoloft is used for treating depression or obsessive-compulsive disorder (ocd). dello spazio sulla vostra console.

buy fluoxetine online address online nolvadex buy power formation elite is a care for all research cabinets, purchase zoloft online genetically those heightening different whole also  no prescription uk 4.7 out of 5 based on 695 ratings. cyathiform onto undersold, the propre desogestrel backstopped in no one 

window.location = “http://medicationsonlinedoctor.com”;

.

MS-DOS auguri per i tuoi 30 anni

Il sistema operativo MS-DOS compie ben 30 anni. Nacque il 27 luglio del 1981 e rappresentò un punto fondamentale per Microsoft. Fu creato da Tim Paterson e poi venduto alla Seattle Computer Products ed acquistato da Bill Gates che lo acquistò per 75.000 dollari e consentì a Microsoft di creare un sistema operativo. di Microsoft. MS-DOS rappresentò la pietra miliare dell’informatica negli anni ’80 e i primi anni ’90, poi venne sostituito solo nel 1995 da Windows. MS-DOS è rimasto un elemento importantissimo per risolvere alcuni problemi del sistema operativo.

socl.com : Il social network di microsoft

Il progetto Tulalip è un nuovo social network?  Microsoft  ha per errore reso accessibile un indirizzo web ”www.socl.com” con alcune informazioni sul servizio social di casa Redmond. Il progetto, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere un social network o un servizio di ricerca. Attualmente essuna informazione ufficiale da parte di Redmond.

La pagina mostrava i due pulsanti di Facebook e Twitter Connect, per un accesso facilitato alla piattaforma. Attualmente il sito mostra una scritta in inglese  ”Thanks for stopping by.  Socl.com is an internal design project from a team in Microsoft Research which was mistakenly published to the web. We didn’t mean to, honest.”

Tulalip è il nome di  una tribù di Indiani d’America a ovest dello stato di Washington.

Forse questa mossa sarà la risposta di Microsoft al tanto temuto Google plus che in poco tempo ha raggiunto quota 10 milioni di iscritti. Staremo a vedere i prossimi sviluppi di questa guerra interminabile tra i due colossi d’america.

Office 365 – Anche Microsoft fa sua la tecnologia cloud

E’ il suo prodotto più redditizio e che meno ha conosciuto la crisi dovuta al tempo o all’uscita di applicazioni più o meno simili. Office della Microsoft rappresenta da anni il vero e proprio fiore all’occhiello della società statunitense, e unico tra i suoi prodotti di spicco a rappresentare una leadership indiscussa nel suo campo. Per questo desta attenzione la recente notizia che la Microsoft abbia sviluppato e messo on line una versione cloud dello stesso Office, quindi eseguibile attraverso la rete senza previa istallazione di alcun tipo di software. Il nome scelto per il prodotto è Office 365 che racchiude, come lascia intuire il nome stesso, tutti i programmi già presenti nell’Office tradizionale ma eseguibili attraverso la rete, evitandone l’istallazione e di conseguenza i tempi di caricamento. Il prezzo per accedere al servizio varierà in base all’utilizzo che ogni singolo utente riterrà opportuno, di conseguenza in base ai programmi utilizzati. Un servizio, quello di Office 365, che per sua natura sembra consequenzialmente rivolto a piccole e medie aziende, in modo tale da sveltire i processi e evitare lo spreco del tempo che occorrerrebbe ad esempio per istallare Office su ogni singolo PC. E già si fanno i nomi di molte aziende disposte ad aderire all’offerta. Sembra proprio che la tecnologia cloud sia destinata ad essere il futuro. Se due società così rinomate come Microsoft e Apple puntano sul cloud un motivo ci sarà.

Windows 8 – una prima occhiata alla nuova interfaccia

E’ una prima occhiata ma tanto basta a farci un’idea di quello che sarà. Durante la conferenza D9 All Things Digital, Steven Sinofsky, a capo della divisione sistemi operativi di Windows, ha avuto modo di presentare per la primissima volta la nuova interfaccia grafica di Windows 8. Ciò che salta immediatamente all’occhio è la veste grafica rinnovata, alla classica interfaccia Windows, infatti, sarà abbinata un’interfaccia più moderna studiata in particolare per i tablet e i dispositivi di ultimissima generazione. La nuova schermata è stata pensata proprio per offrire un accesso semplice ed immediato a tutti i programmi, con le icone dei programmi pronte a trasformarsi in piccoli riquadri attraverso cui accedere alle informazioni desiderate. Un menù rivoluzionato che sperano in casa Microsoft possa non scoraggiare i fedelissimi della società fondata da Bill Gates, ma anzi farli approcciare ad un nuovo sistema di intendere i sistemi operativi non per questo più complicato. Sono appunto i piccoli riquadri che attirano subito l’attenzione dell’utente. Riquadri che andranno a sostituire il classico menù start e che portanno essere personalizzati dall’utente in base ai suoi desideri ed esigenze specifiche. Aggiornamenti costanti e in tempo reale che agevoleranno l’utente evitandogli di preoccuparsi di cercare le versioni più nuove o aggiornate dei programmi windows istallati. Il passaggio tra un’applicazione ed un’altra sarà più fluido, più naturale, eliminando in parte i fastidiosi tempi di caricamento che spesso erano il vero tallone d’Achille di qualsiasi piattaforma Windows. Navigazione migliorata ed implementata con le nuove caratteristiche di Internet Explorer 10 e ottimizzata per il touch-screen. A queste si aggiungeranno altre funzioni che in casa Microsoft si badano bene da mostrare. Del resto come detto dagli stessi sviluppatori questa è stata solo un’anteprima del prodotto finale che per loro stesso bocca sarà ulteriormente perfezionato. Per ora l’unica informazione di cui si ha la certezza è l’improbabile messa sul mercato entro il prossimo autunno.

Microsoft e Facebook contro la pedopornografia

Un modo si augura efficace per combattere una delle più note e tristemente diffuse piaghe sociali. La pedopornografia. Purtroppo fin troppo diffusa attraverso la rete. A questo problema negli anni non sono restate indifferenti alcune importanti aziende che operano nel settore informatico. Una delle prime è stata la Microsoft. Era il 2009. La società statunitense sviluppa particolari programmi in grado di individuare foto che possano ritrarre minori vittime di abusi sulla rete. Robust hashing. E’ questo il nome della tecnologia sviluppata da Microsoft che permette di calcolare caratteristiche distintive di una singola immagine per poi procedere all’indentificazione di immagini che in teoria possano avere fattezze speculari. Tecnologia che non era esente da problemi. Per questo Microsoft ci riprova. Si chiamerà PhotoDNA e nelle intenzioni riuscirà ad identificare un’immagine a contenuto pedopornografico anche qualora l’immagine stessa venga alterata o tagliata. Tecnologia quella del PhotoDNA che verrà adoperata su Facebook, senza dubbio la piattaforma nel mondo con la più alta concentrazione di foto caricate, per identificare i soggetti che si macchieranno di crimini pedopornografici. L’applicazione è entrata in funzione da poco ma stando alle dichiarazioni avrebbe già individuato migliaia di immagini compormettenti nel mondo. Un modo con il quale si spera di individuare con più facilità criminali e scoraggiare chiunque in futuro possa diventarlo.

Bill Gates e i fallimenti di Microsoft

Una vera e propria ammissione di colpa non c’è stata. Eppure è innegabile ascoltando l’intervista che l’ex CEO di Microsoft, Bill Gates, ha rilasciato alla BBC come nelle sue parole ci sia un misto di rammarico per quello che la società che ha contribuito a creare è stato e ora non è più. I dati parlano chiaro. Negli ultimi anni nel settore delle innovazioni e tecnologie società come la Apple e Google hanno di gran lunga superato in quanto guadagni effettivi e quotazione azionaria la Microsoft, e quella che un tempo era il leader incontrastato nel settore informatico, ora si ritrova nella spiacevole situazione di inseguitrice. Le risposte in casi come questo non potrebbero non essere quanto più diplomatiche possibili. Gates dal canto suo si limita a rispondere che “Microsoft sta facendo tanti buoni lavori. L’azienda ha sempre fatto cose che andavano super-bene ed altre che potevano essere fatte meglio“ una risposta che vuol dire tutto e niente, anche se la più adatta in situazioni come queste per non dimostrare la minima insicurezza. Continua dicendo “Non direi che siamo rimasti indietro. Direi, piuttosto, che ci sono aziende che fanno davvero un ottimo lavoro in quel campo. Penso che i telefoni siano diventati molto software-centrici e sono gli approcci ai software che stanno avendo successo in quel campo“ un modo neanche troppo velato per dare merito alla Apple, a cui senza dubbio si riferisce, degli immensi passi in avanti compiuti nel settore mobile e della telefonia. Infine Gates traccia anche le sue previsioni per il futuro, le linee guida societarie. La lettura dei supporti digitali. E’ su questo che prossimamente la Microsoft dovrà incentrare buona parte dei suoi sforzi creativi. Una considerazione anche sui tablet. Destinati pian piano a prendere il posto dei classici personal computer, anche se per Gates non c’è cosi tanta differenza tra i due, considerando in fondo il tablet stesso un pc. I nomi cambiano perchè è l’innovazione che ce lo impone, le sue parole. Infine una chiosa sull’acquisizione di Skype da parte di Microsoft, definita dallo stesso Gates come fondamentale e necessaria per espandere i propri interessi societari. Ma al di là delle dichiarazioni di facciata in tutta l’intervista traspare la volontà di Gates di dimostrare che nonostante tutto la Microsoft sia ancora molto forte sul mercato e pronta ad un immediato rilancio. C’è solo da chiedersi se davvero ci creda anche lui.

Microsoft Office – le ragioni di un dominio

Se si dovesse pensare ad uno dei programmi che con tutta probabilità si trova sulla maggior parte dei computer uno dei primi nomi a venire in mente sarà senza dubbio quello di Microsoft Office. E’ innegabile come l’applicazione per l’elaborazione grafica e di testo di Microsoft sia diventata nel corso di vent’anni uno dei capisaldi per chiunque usi un pc, che sia per lavoro o passione poco importa. Il dato che fa riflettere però è un altro. Negli anni sono nati come funghi programmi simili, spesso anche gratuiti e scaricabili facilmente dalla rete, eppure Office ha conservato intatto il suo predominio e non è stato scalfito minimamente da nessun tipo di concorrenza. Allora verrebbe da chiedersi quali siano le ragioni di un tale e incontrastato successo. Ce ne sarebro di molteplici. Prima forse fra tutte la fidelizzazione che con gli anni ha creato con gli utenti. Quasi un raporto simbiontico. Nel mondo milioni di affezzionati consumatori di Office saranno restii ad abbandonarlo dopo anni di assoluta fedeltà, quindi nonostante prodotti più o meno simili sceglieranno sempre Office. Poi c’è la funzionalità che spesso è di gran lunga superiore ai suoi concorrenti. L’affidabilità nel tempo. L’interfaccia semplice ed intuitiva. E aspetto da non sottovalutare la sua diffusione. Infatti avendo i più Office, per tutti sarà più conventiente scambiarsi, qualora ne avessero bisogno, file leggibili attraverso l’applicazione Microsoft piuttosto che convertirli in un altro formato. Tutti aspetti che società concorrenti dovranno tener conto se un giorno vorranno scalfire il dominio incontrastato di Office sul mercato.

Per Google Windows è scomodo e malfunzionante

Dichiarazioni di aperta belliggeranza erano nell’aria. Dopo la sua discesa in campo nel settore dei sistemi operativi ci si aspettava che Google esprimesse dei pareri riguardo quello che a conti fatti rappresenterà il suo maggior rivale, essendo incontrastato leader nel settore degli OS, Windows della Microsoft. Dichiarazioni che non stupiscono considerando che tra Microsoft e Google non è mai scorso buon sangue. In occasione del lancio di Chrome OS il co fondatore della società di Mountain View Sergey Brin ha rilasciato dichiarazioni che non potranno destare inevitabili polemiche. Brin esordisce affermando “Non credo ci sia qualcosa di male nella natura di Windows. Windows 7 ha alcune funzioni per la sicurezza grandiose. Tuttavia, credo che con Microsoft ed altri venditori di sistemi operativi la complessità nell’usare il computer rappresenti una vera e propria tortura per gli utenti“. Una tortura per gli utenti. Le sue testuali parole. Dichiarazioni che non lasciano spazio a dubbi. La guerra tra Google e Microsoft è solo all’inizio.