Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Troppo sesso on-line per i giovani inglesi

Banner

Sesso e internet. Internet e sesso. Un connubio indossolubile che chiunque navighi sul web conosce. Per questo non stupiscono i dati di un sondaggio svolto dal programma Bbc Radio One Newsbeat secondo cui i giovani inglesi consumerebbero sesso on line con una frequenza a tratti allarmante. Per gli uomini inglesi la media di ore settimanali spese guardando materiale pornografico è di circa due ore, tempi che si riducono notevolmente quando si tratta di donne, la cui media è intorno i 15 minuti. Protetti dall’anonimato della ricerca-sondaggio i giovani inglesi, scelti tra un campione che va dai 18 ai 24 anni, non si sono posti remore nell’affermare la loro neanche troppo velata dipendenza dal sesso online. Uno su quattro ne è colpito. Mentre uno su tre ammette che il porno sia causa di ritardi sia in ambito lavorativo che studentesco, percentuale identica per chi sempre a causa del porno mette a rischio la relazione con il prorpio partner. Un comportamento comulsivo che difficilmente si riesce a reprimere. E’ questo che risulta analizzando il fenomeno a mente fredda e la cui dipendenza spesso è in grado di causare problemi non limitati all’ambito virtuale. Si pensi alla perdita di appetito sessuale nei confronti della propria partner, o peggio ancora, il pretendere che la propria partner sessuale imiti scene e movenze viste in spettacoli pornografici. Una dipendenza che si fatica ad ammettere. E ciò lo si nota anche nel rapportarsi con l’altro sesso palesando una eccessiva timidezza mista al non sentirsi a proprio agio. Come se una relazione, qualsiasi essa sia, non fosse mai abbastanza e non riuscisse ad imporsi, causando la sublimazione del messaggio pornografico a discapito di ciò che reale è ma a cui si da meno importanza atterriti da aspettative troppo grandi.
Per quanto riguarda l’Italia le aspettative non sono di certo più rosee. Si inizia ad essere ufruitori di pornografia online dai 15, 16 anni fino a, in casi limite, diventare una sorta di assuefazione, e che ha come risultante quella che gli esperti definiscono anoressia sessuale. Un drastico e repentino calo della libido sessuale, incrementata dal non avere una vita sessuale soddisfacente. Una patologia curabile a patto che si affronti il problema.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Per la prima volta il Pulizer va ad un reportage on line
Banner
Scritto da il 22.04.2011 alle 12:34
Tags: / /
 

Scrivi il tuo commento...