Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Speranze e certezze per il futuro della banda ultra-larga in Italia

Banner

Non poteva essere altrimenti. Considerando l’importanza che sta rivestendo internet per i singoli cittadini e per l’economia di interi paesi diventa di estrema attualità la discussione sulla banda ultra-larga, unico mezzo tale da permettere una più capillare diffusione e velocità delle connessioni internet. Per quanto riguarda l’Italia a dispetto delle solite frasi di circostanza si è ancora piuttosto indietro anche se la maggior parte del territorio risulta coperto da connessioni internet. Per bocca di Paolo Romani, ministro dello sviluppo economico, l’attuale governo in Italia cercherà quanto prima di ridurre il più possibile il digital divide tra regioni come la Lombardia o il Lazio, interamente coperte da connessione, e altre come Calabria, Basilicata o Friuli Venezia Giulia dove sono maggiori le zone dove la connessione scarseggia. E inoltre si sono puntati i riflettori sul desiderio di dotare l’Italia della connessione a banda ultra larga che permetterebbe una navigazione di gran lunga più veloce di quella attualmente prevista mediamente sul territorio italiano. Modernizzazione delle infrastrutture per una simile velocità che avranno bisogno di tempo e capitali per essere attuate e per la cui realizzazione si avrà bisogno di una piena collaborazione tra governo, enti locali e compagnie telefoniche, queste ultime già propense e favorevoli agli investimenti che si ipotizzano possano aggirarsi attorno ad una cifra approssimativa di 10 miliardi di euro. Un costo considerevole ma che permetterebbe all’Italia di compiere un netto e decisivo passo in avanti per l’intera modernizzazione del paese. Un costo da sobbarcarsi se non si vuole restare indietro nell’era digitale.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Google celebra con un Doodle la XIII settimana della Cultura in Italia
  2. Netflix in Italia entro la fine del 2011
  3. Speed test adsl
  4. e-commerce in Italia – crescita da record
  5. YouTube e il probabile prossimo futuro dei film a noleggio
Banner
Scritto da il 26.05.2011 alle 12:29
Tags: /
 

Scrivi il tuo commento...