Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Drogati dalla socialità virtuale – internet e il pericolo per i più giovani

Banner

Una dipendenza simile drammaticamente a quella dei drogati. Ne è affetto un ragazzo su venticinque. Spesso ed ingenuamente lo si considera solo un innocuo capriccio adolescenziale quando poi le conseguenze possono avere i contorni di un’aberrante drammaticità non preventivata. E’ in continuo aumento il numero di giovani e giovanissimi che a conti fatti si possono considerare “drogati” di internet. Un termine forte che potrà far storcere la bocca ai più, ma che descrive perfettamente un fenomeno di vaste proporzioni.

I sintomi sono chiari ed inequivocabili. Non lasciano spazio a fraintendimenti. Star male quando non si è connessi. Ansia crescente e visibile. Un disperato bisogno di connettersi alla rete attraverso un pc o uno smarthphone. Sono questi gli esempi più palesi che denotano i segni di una disperata dipendenza da internet, dipendenza che nei casi peggiori può condurre a stati di depressione abbinati a comportamenti aggressivi e violenti. Come molle in continua tensione. Basta un attimo per spezzarsi. Ad esserne colpiti da quanto risulta da alcuni studi americani è la fascia compresa dai 14 ai 18 anni e non è un caso che sia proprio questa fascia, quella preadolescenziale, a palesare tale forma acuta di dipendenza. E’ l’età del cambiamento. In cui ognuno sviluppa a pieno le proprie caratteristiche sociali e comportamentali e considerando in questi anni come il web sia entrato con prepotenza nella vita di ognuno non stupisce che rapportarsi ad internet durante un’età in cui per forza di cose si è fragili e condizionabili possa creare una sorta di ostinata affezione tale da trasformarsi in dipendenza. Dal campione di giovani preso in esame risulta come una fetta pari circa al 4% abbia una dipendenza tale verso internet da causargli anche problemi nella vita reale. Come il saltare la scuola, ad esempio. E da quanto risulta in pochissimi considerano internet e la sua sussegente dipendenza come un problema, gli si da più che altro il valore dello sfavo. Uno strumento che è possibile spegnare come e quando si vuole. Viene spesso considerato così internet. Ma se ci si riflette un po’ si può notare come anche per i drogati sia lo stesso. Qualunque drogato pensa o dice di poter smetterla in qualsiasi istante. Momento che puntualmente viene ritardato o peggio ancora evitato. E così’, anche se con le naturali differenze del caso, che avviene per chi internet diventa di più di un mezzo di svago o informazione. Una ragione di vita. Lo si intuisce osservando chi, per un motivo o per un altro, viene allontanato dalla sua connessione. In casi come questi l’unica soluzione è la vicinanza della famiglia e delle istituzioni scolastiche. Anche se sarebbe preferibile un’istruzione adeguata per minimizzare la quantità di problematiche tra internet e il mondo giovanile. Eliminarle sarebbe utopistico.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Troppo sesso on-line per i giovani inglesi
  2. Internet è la più grande macchina per spiare il mondo
  3. Insonnia giovanile – tutta colpa di internet
  4. Internet come traino per l’economia europea
  5. Microsoft annuncia internet explorer 9
Banner
Scritto da il 02.06.2011 alle 13:00
Tags:
 

Scrivi il tuo commento...