Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Apple Store contro i propri dipendenti

Banner

Apple Store contro i propri dipendenti. La grande multinazionale della Apple  Store contro i propri dipendenti. E’ questo l’ultima news mondiale  proveniente dalla Germania, e  che sta facendo il giro del mondo. In Germania, infatti i lavoratori degli Apple Store hanno accusato la multinazionale di imporre delle condizioni di lavoro troppo rigide secondo quanto affermato da Victoria Sklomeit, rappresentante del sindacato Ver.di, intervistata da Manager Magazine, negli 8 punti vendita tedeschi i dipendenti sarebbero continuamente esposti allo stress, costretti a turni straordinari e non protetti contro i rischi che provengono dalla rumorosita’ degli  Apple Store.

Apple Store contro i propri dipendenti

I dipendenti si sono quindi visti costretti a reagire contro queste rigide condizioni lavorative ed hanno  così fondato  la prima rappresentanza di lavoratori a Monaco. Dallo studio emerge anche che ogni dipendente Apple Store consente alla società di fatturare 1,8 milioni di dollari l’anno, con un ricavo pari a 430mila dollari. Tradotto in piccole cifre: ogni dipendente fa ricavare ad Apple 278$ l’ora. Gli Apple Store diventano quindi i negozi più redditizi al mondo, con un profitto pari a 4.500$ l’ora per piede quadrato, contro i 3.070 di Tiffany e gli 880$ di Best Buy. risultati raggiunti grazie alle rigide condizioni di lavoro a cui sono sottoposti tutti i dipendenti? E’ probabile, ma ciò che è sicuro è che questo uomini hanno segnato l’inizio di un nuovo sindacato, che si spera darà i suoi frutti.

Apple Store contro i propri dipendenti Cosa ne pensi?

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Gli Apple Store compiono 10 anni
  2. Steve Jobs nel 2001 inaugura il primo Apple Store
  3. Samsung contro Apple – la guerra continua
  4. Google e il timore di abbandono dei suoi dipendenti
  5. Lavoro e Facebook – meglio tenerli separati
Banner
Scritto da il 18.02.2012 alle 20:43
Tags:
 

Scrivi il tuo commento...