Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

L’algoritmo Google Panda e i siti penalizzati

Banner

Google recentemente sta introducendo all’interno dei suoi sistemi una serie di nuovi algoritmi per migliorare la qualità delle sue applicazioni. L’ultimo in ordine di tempo è Google Panda che si prefiggeva nelle intenzioni di velocizzare e migliorare la ricerca. Nelle intenzioni solo però, purtroppo. Infatti a quanto risulta il nuovo algoritmo non solo impedirebbe di essere cercati siti qualitativamente bassi o poco conosciuti ma rallenterebbe la ricerca anche di alcuni siti importanti come alcune piattaforme virtuali del Regno Unito riguardanti le tecnologie. Secondo statistiche pubblicate sono molti i siti che nonostante la loro rilevanza nel mondo del web sarebbero stati inspiegabilmente danneggiati dall’algoritmo del motore di ricerca causando un danno agli stessi, considerando quanto conti Google nella ricerca sul web. Non sono chiare ancora le motivazioni che hanno causato questo inconveniente e si aspetta che presto Google decida di fare chiarezza.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Google dice basta ai siti indesiderati
  2. Stop a Google Street View in Germania
  3. Google Video addio
  4. Micorsoft contro Google – ennesimo scontro
  5. Yahoo! – sentenza italiana contro i link a siti pirata
Banner
Scritto da il 19.04.2011 alle 13:31
Tags:
 

Scrivi il tuo commento...