Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Vittima di stalking su Facebook trovata morta

Banner

Nel bene o nel male Facebook negli ultimi anni ha condizionato le vite di milioni di persone nel mondo, in particolar modo i più giovani, senza dubbio maggiormente influenzabili dalle mode e da un disperato bisogno di socialità ad ogni costo. Al riguardo una storia triste quanto tragica ci arriva dall’Inghilterra e ha come protagonista una ragazza neozelandese, Emily Longley, da poco trasferitasi nel regno unito per studiare al Brockenhurst College di Hampshire. La ragazza negli ultimi tempi temeva di essere vittima di uno stalker che la perseguitava. Da poco infatti stava infatti ricevendo strane telefonate, tutte anonime e dal carattere prettamente minaccioso tale da metterla in una così forte soggezione che con molta ingenuità non solo si è rivolta ai genitori, ma soprattutto, e purtroppo, ha deciso di postare sulla propria bacheca pubblica di Facebook i suoi stati d’animo al riguardo. Ingenuità che stando a quando sospettano gli inquirenti le sarebbe stata fatale. Il cadavere della giovane è stato ritrovato pochi giorni dopo nel bungalow del suo ex fidanzato, dopo una breve assenza di casa. Si sospetta che possano essere stati due ragazzi, entrambi giovanissimi. Solo le indagini potranno appurare la verità riguardo la tragicità dell’evento. Evento che rappresenta nella sua cruenta drammaticità una sorta di monito per chi usa Facebook in modo così ingenuo e con un pressappochismo a tratti disarmante. L’ennesimo caso di stalking virtuale finito in tragedia.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Facebook – soldi per guardare le pubblicità
  2. Zuckerberg bloccato da Facebook
  3. Facebook e le presunte false voci su Google
  4. Facebook e Cina – in arrivo un nuovo social network
  5. Music on Facebook – quando il social abbraccia la musica
Banner
Scritto da il 16.05.2011 alle 18:23
Tags: /
 

Scrivi il tuo commento...