Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Lavoro e Facebook – meglio tenerli separati

Banner

Le distrazioni sul posto di lavoro sono una delle cause, se non la principale, di licenziamento. E negli ultimi anni la principale distrazione in ambito lavorativo legato ai lavori d’ufficio è senza dubbio Facebook. E’ in continuo aumento, e non stupisce, la quantità di coloro che avendo a disposizione una connessione internet e un pc decidano di dedicare il loro tempo durante l’attività lavorativa al popolare social network. Una cattiva abitudine che i datori di lavoro iniziano a sopportare sempre meno. Sono frequenti infatti i casi di superiori che decidono di licenziare i propri dipendenti una volta scoperta la quantità di tempo retribuito che dedicano a Facebook. Tempo che rappresenta un danno di immagine oltre che economico. Per questo sono frequente sui pc aziendali particolari blocchi che impediscono ai lavoratori di accedere a determinati siti, Facebook in primis, evitando inutili quanto improduttive distrazioni. Ma ciò che emerge dalle statistiche e fa riflettere è il numero di persone che avendo un pc a disposizione non resistono ad andar a controllare il proprio profilo anche nei momenti meno adatti, come appunto durante l’orario lavorativo. Le cattive abitudine sono sempre le ultime a morire.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Facebook – continua distrazione sul posto di lavoro
  2. Facebook le cose che è meglio non pubblicare
  3. Music on Facebook – quando il social abbraccia la musica
  4. I link animati invadono Facebook
  5. Google – aggiunto anche Facebook nella ricerca in tempo reale
Banner
Scritto da il 11.05.2011 alle 11:01
Tags:
 

Scrivi il tuo commento...