Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Facebook e Under 13 – proposte e critiche

Banner

Questa avrebbero potuto risparmiarsela. Per bocca del suo CEO Mark Zuckerberg, Facebook sta prendendo in seria considerazione l’idea di eliminare definitivamente il limite di 13 anni, attualmente l’età minima per iscriversi al social network. Le motivazioni di quella che sembra un’iniziativa destinata a portarsi dietro giuste ed inevitabili polemiche sono quelle di voler istruire fin da piccoli i ragazzini, o per meglio dire bambini, all’uso dei social network. Una motivazione che non sta in piedi. E’ indubbio infatti che dietro la banale dietrologia spicciola in Facebook siano interessati a implementare ulteriormente la loro clientela, consapevoli già, come dimostrano numerosi sondaggi, come sia già nutrita la schiera di ragazzini tra i 9 e i 12 anni che già usano abitualmente la piattaforma sociale limitandosi ad eludere il blocco scrivendo sulla stessa al momento dell’iscrizione delle false generalità. E’ anche per questo, dichiarano in Facebook, che si vuole eliminare il limite anagrafico, permettendo a chiunque di iscriversi ed evitando quindi di dover raggirare il sistema. Una motivazione del resto a cui nessuno crede e che ha già messo sul piede di guerra molte associazioni di genitori preoccupate che il limite anagrafico possa invogliare ulteriormente migliaia di giovanissimi all’iscrizione e che considerata la loro giovane età e l’essere facilmente influenzabili potrebbero essere loro le prossime vittime di casi di cronaca nera legati ai social network. Basta leggere le pagine dei quotidiani dell’ultimo ann per accorgersene. Cyberbullismo. Pedofilia virtuale. Truffe elettroniche. Sono solo alcuni casi che hanno avuto come vittime giovanissimi utenti dei social network ignari dei pericoli che il mondo virtuale comporta. Del resto l’errore più banale è questo. Illudersi che al sicuro nella propria casa si sia al sicuro da qualsivoglia tipo di pericolo. Niente di più falso. La cronaca ce lo ricorda tristemente. Non resta che attendere le decisioni definitive in casa Facebook e se la fredda logica economica prevarrà sul buon senso. Una lotta impari in cui quasi sempre il vincitore è scontato.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Facebook e studenti universitari, pro e contro
  2. Trova i tuoi amici – nuova funzione per Facebook
  3. Music on Facebook – quando il social abbraccia la musica
  4. Facebook – un aiuto per la memoria degli anziani
  5. Facebook e il suo nuovo centro per la sicurezza
Banner
Scritto da il 25.05.2011 alle 13:04
Tags:
 

Scrivi il tuo commento...