Il blog dedicato al mondo della tecnologia
0
 

Facebook e Spotify – accordo in vista per la musica in streaming

Banner

Un nuovo servizio di musica in streaming. E’ ciò che potrebbe nascere dalla partnership collaborativa tra Spotify e Facebook. Secondo le indiscrezioni di Forbes l’annuncio ufficiale dovrebbe esserci tra massimo due settimane per quello che nelle intenzioni mira ad essere un accordo con lo scopo dichiarato di cercar di imporsi in un settore come quello della musica “social” che aveva fin ora visto MySpace come il principale leader sul mercato. Il servizio, per ora nella sua fase di sviluppo embrionale, permetterà non solo di poter ascoltare musica in streaming, come già avviene in Spotfly, ma di poterla condividere con i propri amici attraverso Facebook ascoltandola in modo simultaneo. Questa la novità principe del nuovo servizio offerto. Mossa che farebbe intendere come gli obiettivi prossimi di Facebook virerebbero verso l’intrattenimento puro e semplice, dalla musica al cinema. Ma non è tutto rosa e fiori. Infatti il paradosso di tutta la faccenda però sembra essere dettato dalla mancanza di accordi tra Spotify e alcune importanti etichette musicali statunitensi, il che vieterebbe che il servizio possa esere offerto negli USA, mentre per il resto del mondo il lacio dovrebbe avvenire senza intoppi di sorta. Un accordo, quello tra Facebook e Spotify che inevitabilmente comporterebbe vantaggi per entrambi. Per Facebook che ampierebbe la sua offerta e per Spotify che si avvantaggerebbe della cassa di risonanza mediatica che il social network può vantare nel mondo. Un accordo in cui entrambe le parti guadagnerebbero il massimo disponibile.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli:

  1. Music on Facebook – quando il social abbraccia la musica
  2. Facebook e Cina – in arrivo un nuovo social network
  3. Facebook e pubblicità – in arrivo nuove sponsorizzazioni
  4. Facebook – possibile sbarco in borsa nel 2012
  5. Apple ed Emi – Cloud Music alle porte
Banner
Scritto da il 26.05.2011 alle 11:54
Tags: / /
 

Scrivi il tuo commento...